Non puoi effettuare un nuovo ordine dal tuo paese. United States

Itinerari di storia sociale dell'educazione occidentale.

Modelli culturali di costruzione del sapere, rappresentazioni sociali e pratiche formative formali, non-formali, informali. Dall'Umanesimo Metodologico all'Umanesimo Storico e Dialettico

  • Autore: Rita Minello
  • Isbn: 9788868121914
  • Data di pubblicazione: 2014

Nuovo

Dettagli

Nel momento in cui si parla di crisi dell’istruzione, eppure si realizza – almeno nelle aree occidentali del benessere – l’obiettivo, per tanti secoli considerato utopico, dell’educazione per tutta la vita, dell’accesso a tutti alla lettura, alla cultura, che conoscenze abbiamo in materia di storia dell’istruzione, dell’educazione, della formazione? Quali conoscenze e competenze ci sono state tramandate come appartenenti a coloro – genitori, educatori, insegnanti, formatori, facilitatori, e tante altre figure di adulti – che sono stati, in un momento o un altro della loro vita, in posizione di educatori, formatori, coach, etc.? I tradizionali manuali di storia della pedagogia, da questo punto di vista, segnano il passo, poiché concepiscono la storia educativa sostanzialmente come storia delle idee e del pensiero dei grandi Autori e Ideologi del passato, non tanto come storia di fatti ed eventi educativo-formativi che hanno segnato realmente i passaggi epocali della trasmissione dei saperi, delle pratiche, dell’identità stessa. Ma la ricerca contemporanea nasce ancora da quella storica, dove lo studio delle esperienze socio-educative fondamentali dell’uomo o la storia della mentalità formativa sono inevitabilmente fonte di esperienza per costruire o ricostruire le azioni formative del presente.

A partire dalla modernità, gli orientamenti formativi ratificano un’esigenza percepita diffusamente, di responsabilità (umanesimo metodologico: Barocco, Scienza Nuova, Illuminismo) e di intenzionalità formative (umanesimo storico e dialettico: Romanticismo e movimenti dell’Ottocento e Primo Novecento), di valorizzazione delle potenzialità del singolo, che rifiuta le forme di omologazione e standardizzazione di pensiero e atteggiamenti che frammentano e impoveriscono la condizione esistenziale degli individui. Lanciando uno sguardo al futuro sulla base del passato la ricerca storico-educativa si conclude con la proposta di un framework dinamico dell’eco-identità inteso come contributo per elaborare un nuovo progetto di uomo per la formazione contemporanea.