Il Manuale di Diritto Privato edito da Edicusano, prende in esame tutti i principali istituti trattati nel Codice Civile.

Dopo una prima parte dedicata ai concetti generali di norma e di ordinamento giuridico, vengono prese in esame le situazioni giuridiche soggettive, attive e passive, che interessano la posizione dell’individuo nell’ordinamento.

Viene trattato il diritto delle persone (sia fisiche che giuridiche) e quello della famiglia, con analisi delle principali innovazioni introdotte dalla Legge 20 maggio 2016 n. 76 (cd. “legge Cirinnà”) in materia di convivenze di fatto ed unioni civili.

Vengono quindi prese in esame le successioni ereditarie, la proprietà e gli altri diritti reali, il possesso e le nozioni di “comunione”, “condominio” e “multiproprietà” (così come disciplinata a seguito della riforma introdotta dal cd. “Codice del turismo”, D.lgs. 23 maggio 2011 n. 79).

Particolare attenzione viene dedicata alle nozioni di fatto, atto e negozio giuridico, con un approccio che coniuga l’esame delle tradizionali teorie dottrinarie con le applicazioni pratiche di tali concetti giuridici.

Vengono infine esaminate le obbligazioni e le loro fonti.

Nell’ambito di queste ultime, particolare attenzione è dedicata al contratto, con analisi delle modalità di conclusione, degli elementi, degli effetti e dell’interpretazione di esso. Sono inoltre prese in considerazione le vicende cd. “patologiche” che possono interessare sia il contratto in sé (es.: simulazione, nullità, annullabilità), sia il rapporto che da esso discende (i.e.: rescissione, risoluzione, recesso). Infine, vengono esaminati i principali “contratti tipici” disciplinati dal Codice civile e dalla legislazione speciale.

Sempre nell’ambito delle fonti di obbligazione, viene analizzato il fatto illecito, con esame dei suoi elementi costitutivi, delle esimenti da responsabilità e delle problematiche legate alla quantificazione del danno, soprattutto non patrimoniale, con rassegna dell’evoluzione giurisprudenziale in materia.

La trattazione termina con l’analisi degli altri atti o fatti produttivi di obbligazioni giuridiche e con due capitoli dedicati ai mezzi di pubblicità ed ai mezzi di prova disciplinati dal Libro VI del Codice civile.

Alla trattazione manualistica propriamente intesa, il Manuale affianca un costante riferimento ai principali indirizzi giurisprudenziali che riguardano i vari istituti trattati, rendendosi così idoneo non solo per uno studio universitario, ma anche per la preparazione di esami e concorsi, quali in particolare quelli per le tradizionali professioni giuridiche del notariato, della magistratura e dell’avvocatura.