I confini di un mondo disordinario tra passato e futuro

28,00

Curatori: Maria Paola Pagnini, Giuseppe Terranova
Isbn: : 978-88-3611-065-0

47 disponibili

Descrizione

Il tema dei confini si riafferma con prepotenza con l’inizio del nuovo millennio e con la crisi della globalizzazione. Il termine “disordinario” evoca le difficoltà del nuovo ordine internazionale dal secondo dopoguerra. È un fenomeno che riguarda da vicino l’Occidente e i suoi nuovi nemici. È un Occidente in declino ma ancora attraente per chi fugge da guerre e povertà. Gli autori hanno interpretato e delineato il concetto di confine da prospettive molto diverse. Questo ha consentito di affrontare il tema in un’accezione libera e larga e ne è risultato un viaggio tra i confini di ieri e di oggi, tra quelli reali, mentali e digitali, con un’attenzione glocale a riprova della vastità dell’argomento e dell’interesse che da sempre suscita negli studiosi.

Maria Paola Pagnini è professore di Geopolitica nel dottorato di ricerca in “Territorio, Innovazione e Sostenibilità” dell’Università degli Studi Niccolò Cusano di Roma. È direttore scientifico della collana Studi e Ricerche di Edicusano.

Giuseppe Terranova è docente universitario di Geografia politica ed economica. È capo-redattore delle riviste Overlandgeo e Neverlandgeo.