Giovedì 5 luglio 2018, una calda e magica Roma ha ospitato, nella location del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, la serata che ha designato il vincitore della LXXII edizione del premio letterario più ambito in Italia: il Premio Strega.
Il Premio Strega nasce nel 1947 per volere di Maria Bellonci e Guido Alberti, proprietari della casa produttrice del Liquore Strega.
La finale, in diretta televisiva su Rai Tre, è stata condotta da Eva Giovannini. Presenti all’evento Giampiero Mughini in veste d’ospite d’eccezione oltre a Paolo Cognetti il vincitore del Premio Strega 2017 e tantissime altre personalità di rilievo.
La semifinale che si è tenuta mercoledì 13 giugno 2018 in Casa Bellonci ha visto la proclamazione dei 5 finalisti, in ordine di voti ricevuti:

  • Helena Janeczek, con il volume “La ragazza con la Leica” edito da Guanda.
  • Marco Balzano, con il volume “Resto qui” edito da Einaudi
  • Sandra Petrignani, con il volume “La corsara. Ritratto di Natalia Ginzburg” edito da Neri Pozza
  • Lia Levi, con il volume “Questa sera è già domani” edito da  Edizioni e/o
  • Carlo D’Amicis, con il volume “Il gioco” edito da Mondadori

 

Chi si è aggiudicato il titolo di vincitore premio strega 2018?

La LXXII edizione del Premio Strega ha visto l’introduzione di nuove norme all’interno del regolamento oltre ad un significativo aumento del numero delle persone votanti. Tutto ciò ha fatto sì che il vincitore fosse meno prevedibile rispetto alle scorse edizioni.
A trionfare con 196 voti,  è stata Helena Janeczek con il libro La ragazza con la Leica edito da Guanda. Al secondo posto Marco Balzano con 144 voti che si è aggiudicato grazie al suo romanzo Resto qui. La medaglia di bronzo è spettata a Sandra Petrignani con La corsara.

Conosciamo meglio l’autrice del libro che ha trionfato come vincitore Premio Strega 2018!

Helena Janeczek nata a Monaco di Baviera e naturalizzata italiana. Già vincitrice del Premio Bagutta Opera Prima grazie al volume autobiografico Lezioni di tenebra edito da Mondadori nel 1997. Prosegue la sua carriera pubblicando Cibo, Le rondini di Montecassino Bloody Cow. Il suo ultimo libro “La ragazza con la Leica” oltre ad essere il Vincitore Premio Strega 2018, si è aggiudicato anche il Premio Bagutta 2018.

 

Quali sono stati i Cocktail del Premio Strega 2018?

Anche quest’anno, parallelamente alla proclamazione del Vincitore Premio Strega 2018, sono stati presentati e serviti in occasione della serata finale i cinque drink vincitori del Premio Strega Mixology.
Il premio Mixology, che è giunto alla quarta edizione, prevede una competizione tra barman e barlady ai quali è richiesta l’ideazione di un nuovo drink. Unica regola fondamentale: utilizzare almeno 3 centilitri di liquore Strega e di trarre ispirazione dai libri che hanno vinto il premio letterario negli scorsi anni.

I cinque drink vincitori sono:

  • Ancora una volta – da un’idea di Jonathan Bergamasco che ha tratto l’ispirazione del libro vincitore Premio Strega nel 1991 “La strada per Roma” di Paolo Volponi.
  • Il compositore stregato – di Edoardo Nervo che si è ispirato al “I bei momenti” di Enzo Siciliano che si è aggiudicato il Premio Strega nel 1998.
  • Cosmo Stregato – drink di Solomiya Grytsyshyn che riprende le atmosfere del libro “Microcosmi” di Claudio Magris che ha vinto il Premio Strega nel 1997.
  • Ottovolante – Ideato da Gianluca Di Giorgio ed ispirato a “Vita” di Melania Gaia Mazzucco, vincitrice nel 2003 del Premio Strega.
  • Testa Dura – di Ugo Acampora che ha avuto l’idea del drink, dopo aver letto “Il desiderio di essere come tutti” di Francesco Piccolo, che ha vinto il Premio Strega nel 2014.

Sicomunica che la Casa Editrice sospenderà la sua attività per il periodo estivo dal 1 al 31 agosto, eventuali ordini saranno evasi dalla prima settimana di settembre. Si ringrazia per l'attenzione Dismiss